Coltivavano marijuana nella cava: denunciati 5 ragazzi leccesi
lunedì 9 settembre 2013
Denunciati cinque giovani leccesi, tra cui due minorenni, per coltivazione di marijuana. I ragazzi coltivavano 15 piante in una cava nei pressi di via San Cesario.

Una piantagione in piena regola nelle cave di via San Cesario, con piante alte fino a un metro. Nei guai tre 18enni e due minorenni di 15 e 16 anni, tutti di Lecce, sorpresi dalla guardia di finanza mentre si applicavano nel loro passatempo favorito: la coltivazione di marijuana.
I fatti risalgono al 28 agosto scorso, quando i ragazzini sono stati colti sul fatto.

La piccola piantagione era stata realizzata con cura e il luogo era stato scelto in modo da non destare sospetti. Qualcuno, però, aveva notato in diversi episodi quei ragazzi con le loro taniche piene d'acqua percorrere la strada che costeggia la cava. Un passaggio talmente frequente da indurre più persone a rivolgersi alla guardia di finanza.

Il 28 agosto scorso, infatti, i finanzieri sono giunti nel posto sospetto, e lì hanno trovato i ragazzi, intenti a curare le loro piante. I vasi, le buste di terra comprate ad hoc: l'ambiente per le 15 piante di marijuana era curato nei mimimi dettagli.
E così sono scattate le denunce per tutti e cinque i giovani, che ora dovranno essere ascoltati per fornire dettagli sulla loro attività.