Tenta di vendere acciaio per oro: denunciato giovane napoletano
sabato 22 giugno 2013
Denuciato un giovane napoletano che, ieri sera a Lecce, ha cercato di truffare un gioielliere. Voleva permutare un bracciale "in oro bianco" che in realtà era d'acciaio

Voleva convincere il gioielliere a permutare un bracciale "in oro bianco" con un oggetto di pari valore, ma il negoziante ha scoperto la truffa e ha subito chiamato i carabinieri.
E' successo ieri sera, intorno alle 19.30, a Lecce, quando S.G, napoletano già noto alle forze dell'ordine per episodi analoghi, ha cercato di vendere oro falso ad una gioielleria del centro città. Il giovane si è presentato dicendo di voler permutare un bracciale in oro bianco con un oggetto di pari valore. L'orefice, nonostante vi fosse il logo 750, ha visionato il monile, lo ha esaminato con attenzione e dopo qualche dubbio ha subito notato alcune anomalie. Il bracciale non era d'oro bianco ma di acciaio inox. E, a quel punto, ha avvisato il 112 ed una pattuglia dell'Aliquota radiomobile è giunta immediatamente sul posto.
Il commerciante è riuscito a fiutare l'inganno anche perché poche ore prima il fratello, socio della stessa attività, era stato truffato da una donna che aveva permutato un paio di orecchini. I pendenti, infatti, non erano di oro.
Ora i militari, acquisiti i filmati delle telecamere di sorveglianza, stanno accertando se il napoletano e la donna fossero in combutta e se con la stessa tecnica siano state messe a segno altre truffe in città ai danni di esercenti del settore orafo.