Prostituzione nel centro massaggi, due arresti a Lecce
venerdì 21 giugno 2013
Scoperta a Frigole, marina di Lecce una casa chiusa camuffata da centro massaggi. Due gli arrestati, con attività analoghe anche a Casarano e Bari.
Le indagini sono partite da alcuni annunci pubblicitari su un quotidiano che, sotto la voce “Salute, cure estetiche” indicavano la villetta come sede di un Centro massaggi e relax.
Il luogo  veniva infatti indicato come sede di un’associazione sportiva dilettantistica, "Il Tempio di Afrodite", 
riconducibile Edemi nato ad Altamura Caggiano 55 enne di Altamura, così come altre associazioni con nomi analoghi.
Le indagini hanno appurato che per “benessere, relax, eleganza, riservatezza, un mix esclusivo per stare bene in nostra compagnia. Trattamenti esclusivi e personalizzati”, si intendeva prostituzione. 
 
L’uomo, peraltro stava per aprire a Casarano un’altra associazione denominata “Il tempio di Hamman” di cui era amministratore unico ed era anche legale rappresentante di altra associazione denominata “Yoga Maithuna” con sede legale a Bari.
Gli operatori della Squadra mobile di Lecce hanno così scoperto un giro di prostituzione nell’ambito del quale il Caggiano era in affari con la
 venticinquenne Pasqua Addomada di Ceglie Messapica.
Per attirare i clienti, i due indagati si inventano promozioni e aperture straordinarie, arrivando a rilasciare persino una fidelity card. Le ragazze inserite nel circuito avevano diritto solo al 40% dei guadagni di un tariffario variabile da 80 a 130 euro. I due sono stati quindi arrestati e la struttra sequestrata su disposizione del gip Vincenzo Brancato.