Il penalista arrestato ammette le truffe: “Smetterò di fare l’avvocato”
venerdì 21 giugno 2013

L’avvocato Alfredo Cardigliano è stato ascoltato dal gip: l’uomo ha chiesto di tornare a casa.

L’avvocato 46enne di Ruffano, Alfredo Cardigliano è stato ascoltato questa mattina dal gip Vincenzo Brancato. Il penalista, difeso dai legali Pantaleo Cannoletta e Luigi Corvaglia, ha ammesso in sostanza i raggiri di cui è accusato adducendo come motivazione una situazione economica molto grave. Alcuni clienti sarebbero stati comunque seguiti e avrebbero anche avuto la restituzione dei soldi, mentre per gli altri si sarebbe concretizzata la truffa. Altre situazioni sono emerse nel corso dell’interrogatorio, situazioni che saranno esaminate più avanti nel corso dei giorni a venire. L’uomo è sembrato afflitto per quanto accaduto e avrebbe dichiarato anche di voler lasciare la professione di avvocato se questo servirà a farlo tornare a casa. Nei prossimi giorni i legali chiederanno gli arresti domiciliari.