Chiude il Club Med di Otranto. Loredana Capone: "inammissibile"
lunedì 18 febbraio 2013
Il Club Med di Otranto chiude lasciando una situazione drammatica: 120 lavoratori senza occupazione. Loredana Capone: "Reagiremo"

Lasciano senza lavoro 120 persone oltre al personale dell’indotto e, inoltre, non informano della decisione  “Italia Turismo”, proprietaria dell’immobile. Questi sarebbero i programmi di Club Med, importante società che opera nel turismo e che gestisce un prestigioso centro-vacanze nei pressi di Otranto.
Sulla vicenda è intervenuta la vice presidente della Regione Puglia Loredana Capone, che ha dichiarato "battaglia" alla società francese. “La nostra reazione non si farà attendere - ha detto la vicepresidente -. Per domani abbiamo convocato un incontro della task force su questa vertenza. Non lasceremo che Club Med se ne vada senza essersi assunta tutte le responsabilità del caso.
Tra l’altro – ha aggiunto Capone – Italia Turismo proprio per la riqualificazione di quell’immobile ha usufruito di un contratto di programma regionale da 10milioni di euro. Non è ammissibile che, nonostante l’utilizzo di risorse pubbliche, si lascino in mezzo ad una strada i lavoratori e si privi il territorio di una struttura ricettiva di pregio”.
L’incontro di domani - al quale saranno presenti oltre ai componenti della task force regionale per l’occupazione anche il sindaco di Otranto, i rappresentanti della società regionale Puglia Sviluppo, di Invitalia,  di Italia Turismo, il direttore generale di Club Med e i sindacati - si svolgerà alle ore 12,30 nella sala riunioni della Presidenza della giunta regionale.