Primarie, Salvemini per Stefàno e Pellizzari, la strana coppia di Sel
mercoledì 26 dicembre 2012
Presentate a Lecce le candidature di Dario Stefàno e Sonia Pellizzari: la strana coppia di Sel.


Non in una sede di partito, ma nella cornice di una vineria del cuore della città, il consigliere Carlo Salvemini ha presentato stamane le candidature di Dario Stefàno e Sonia Pellizzari. “Chi li conosce, sa che hanno provenienze e stili diversi” ha dichiarato Salvemini, “ma io li riconosco come complementari. Rappresentano quello che per me dovrebbe essere il volto di Sel in Parlamento”.

Sono, come li definisce lo stesso Salvemini, una strana coppia. 

Con Stefàno ha condiviso un passato nel Pd e un presente da vendoliano, anche se Salvemini ci tiene a specificare di non essere iscritto a Sel.“Stefàno è una punta di diamante del governo Vendola. Come candidato alle primarie potrà ben rappresentare il centro sinistra”.

Pellizzari è invece una delle dirigenti di Sel della nuova classe dirigente. È qualificata: donna, madre, convivente e a Roma porterà istanze fondamentali del welfare. Ha sinora lavorato tra i dirigenti di Sel a livello regionale ed è tra i più vicini collaboratori di Vendola”.


“La mia è la storia di tanti e tante” ha dichiarato la stessa Pellizzari. “Ho attraversato i vari ambiti politici dai tempi del liceo e dell'università. Tenendo insieme la militanza politica alle competenze che si andavano via via sviluppando”


“Ringrazio Carlo per la dichiarazione di voto” ha aggiunto Stefàno, “perché i suoi metodi concretizzano al meglio il senso del mio dire sì alla richiesta di Vendola. Credo abbia senso trasferire in Italia un'esperienza pugliese. Con Salvemini ci siamo ritrovati spesso sulla medesima strada nel Pd e poi a sostegno di Vendola. In puglia si è tentato di conciliare innovazione e diritti, cercheremo di fare altrettanto a livello nazionale. Proveremo a invertire l’agenda. Finora abbiamo combattuto con il Palazzo, ma a Roma si sono dimostrati sordi”.